NGA all’European HOG Rally – Portoz, Slovenia

È pomeriggio, sto dando un’ultima lucidata alla Hercules dopo Villa d’Este quando mi arriva un invito dall’NGA. Mi mette sul piatto 6 ruote per una settimana. Una Jeep e un’ Harley per andare a Portoroz in Slovenia, per l’European HOG Rally. L’obiettivo? Un’esperienza #OffTheMap – fuori dalle strade conosciute.

Alla partenza, da Milano incontro i miei compagni: Massimilano Serra – Fotografo e Nicola Andreetto – Motoreetto. Non servono altre presentazioni. Si parte con una Renegade Trialhawk. La versione chittata e cattiva della piccola Americana. Nicola ha scelto la strada, o meglio i fuori strada, per mettere alla prova la “Rinnegata” su guadi e sterrati.

 

Si arriva al raduno Harley con i parafanghi sporchi. Ci chiedono di scegliere le altre 2 compagne per il weekend tra 7 Harley e altrettante Jeep. Optiamo per una Dyna Low Rider e un Wrangler.

I giorni scorrono tra strade di mare e montagna, pioggia e sole, asfalto e sterrati. Le Jeep disegnano la mappa e la Dyna segue in ogni condizione. Passiamo su trail di montagna, in foreste intatte e ci godiamo viste mozzafiato.

Mi trovo a mio agio sulle due ruote ma con le dritte degli specialisti Jeep mi appassiono presto al fuoristrada. Non si tratta di andare da un punto A a un punto B come in auto. Fuori strada vuol dire godersi la natura, cercare la trazione, apprezzare ogni metro guadagnato e creare ogni volta la propria strada. Sapere di poter raggiungere ogni luogo in qualunque situazione da un gran senso di gran libertà e farlo a bassa velocità senza capote, permette di godersi il paesaggio.

Due giorni nella natura non son riusciti a cambiare la mia indole da motociclista, ma una cosa l’ho capita. Anche certe quattro ruote (motrici) sono in grado di spostare l’anima.

Alberto Soiatti